Le Notizie

Venerdì 6 Ottobre 2017
Disoccupazione: dal 1° dicembre solo con Did online
Cambiano le regole per la Naspi. Il cittadino sarà in stato di disoccupazione solo se nella SAP rilevi l'identificativo della dichiarazione di immediata disponibilità (Did).

A partire dal prossimo 1° dicembre, il cittadino sarà considerato in stato di disoccupazione soltanto se all'interno della SAP (scheda anagrafica) vi sia l'identificativo univoco della dichiarazione di immediata disponibilità (DID) rilasciata.

Lo ha precisato l'ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) nella Circolare n. 1/2017 (qui sotto allegata) diffusa lo scorso 28 settembre, in cui ha fornito istruzioni operative sul rilascio della DID sul portale nazionale delle politiche del lavoro, ai sensi dell'art. 19 del d.lgs. 14 settembre 2015, n. 150.

Disoccupazione: dichiarazione di immediata disponibilità (Did)
A norma dell'art. 19 del Jobs Act (d.lgs. 150/2015), sono considerati disoccupati i soggetti privi di impiego che dichiarano, in forma telematica, al sistema informativo unitario delle politiche del lavoro di cui all'articolo 13, la propria immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l'impiego.

L'Agenzia rammenta che le modalità con cui il cittadino può registrarsi come disoccupato sono: la registrazione sul Portale Nazionale per le politiche del lavoro (www.anpal.gov.it) direttamente da parte del cittadino oppure da parte di un operatore del Centro per l'impiego, che supporti l'utente nel rilascio della DID, nonché l'inserimento sui Sistemi informativi del lavoro Regionali, con trasmissione della DID, tramite cooperazione applicativa, al Nodo di Coordinamento Nazionale (NCN).

Did online: dal 1° dicembre cambia la procedura
Pertanto, a decorrere dal 1 dicembre 2017, il cittadino sarà considerato in "stato di disoccupazione" solo ove, in relazione alla DID rilasciata, sia riscontrabile all'interno della SAP l'identificativo univoco della DID in parola, che verrà inserito nella SAP a cura del nodo di coordinamento nazionale.

In vista dell'entrata e regime della procedura e al fine di dare alle amministrazioni regionali il tempo necessario per adeguare i propri sistemi, l'ANPAL rende disponibile a Regioni e P.A., dal 1° ottobre 2017 al 30 novembre 2017, la modalità di conferimento delle DID in staging, per finalità di test operativo, tecnologico e organizzativo.

Durante periodo, al fine di consolidare la predetta cooperazione applicativa, il cittadino potrà, quindi, continuare a rilasciare la DID secondo le modalità attualmente operative, con il riconoscimento dello stato di disoccupazione, ai sensi dell'articolo 19 del d.lgs. 150/2015.

Per quanto riguarda la NASPI, che "equivale a dichiarazione di immediata disponibilità" ai sensi dell'art. 21, comma 1, del d.lgs. 150/2015, si precisa che la stessa perviene al Portale Nazionale, in virtù della cooperazione applicativa con INPS, già funzionante. I medesimi dati sono resi disponibili alle Regioni e Province autonome per il tramite del sistema di cooperazione applicativa.

In allegato la Circolare ANPAL

Fonte: StudioCataldi
Scarica Allegato
torna all'archivio Le Notizie
© 2017 Conf.A.S.I. - P.IVA 12392501008 - Cod.Fisc. 97531800585 - Tutti i diritti sono riservati. | Legge Privacy
Sesamo Software S.p.A.