Le Notizie

Venerdì 19 Aprile 2019
Concorso Navigator ANPAL 2019
Concorso Navigator – Requisiti di ammissione e modalità di svolgimento






Quanti sono i posti messi a bando?

Sono precisamente 2980 in tal modo ripartiti:

ABRUZZO TOT. 54

BASILICATA TOT. 31

CALABRIA TOT. 170

CAMPANIA TOT. 471

EMILIA ROMAGNA TOT. 165

FRIULI VENEZIA GIULIA TOT. 46

LAZIO TOT. 273

LIGURIA TOT. 66

LOMBARDIA TOT. 329

MARCHE TOT. 55

MOLISE TOT. 13

PIEMONTE TOT. 176

PUGLIA TOT. 248

SARDEGNA TOT. 121

SICILIA TOT. 429

TOSCANA TOT. 152

UMBRIA TOT. 33

VAL D’AOSTA TOT. 6

VENETO TOT. 142

Quali sono le mansioni del Navigator?
Il Navigator dovrà facilitare l’incontro tra i beneficiari del programma RdC e i datori di lavoro, i servizi per il lavoro e i servizi di integrazione sociale, come prestabilito dai Patti per i Servizi.

Il Navigator sarà la figura centrale dell’assistenza tecnica fornita da ANPAL Servizi S.p.A. ai Centri per l’Impiego, selezionata e formata per supportarne i servizi e per integrarsi nel nuovo contesto caratterizzato dall'introduzione del Reddito di Cittadinanza, per il quale l’obiettivo è di assicurare assistenza tecnica ai CPI, valorizzando le politiche attive regionali, anche in una logica di case management da integrare e da implementare con le metodologie e tecniche innovative che saranno adottate per il reddito di cittadinanza.

Il Navigator:
1. supporta gli operatori dei CPI nella definizione e qualificazione del piano personalizzato previsto dalla norma;
2. svolge una funzione di assistenza tecnica agli operatori dei CPI impiegati nel supporto ai beneficiari del Reddito di cittadinanza nel percorso di inclusione socio‐lavorativa improntato alla reciproca responsabilità per garantire che il beneficiario porti a termine con successo il programma e raggiunga la propria autonomia;
3. supporta i CPI nel raccordo con i servizi erogati dai diversi attori del mercato del lavoro a livello locale o regionale in relazione alle esigenze dei beneficiari, valorizzando tutte le opportunità offerte dai servizi nel territorio ‐ a partire dalle esigenze espresse dalle imprese
e dalle opportunità offerte dal sistema di istruzione e formazione ‐ per permettere ai beneficiari di individuare e superare gli ostacoli che incontrano nel percorso verso la realizzazione professionale, l’autonomia economica e la piena integrazione sociale nella propria comunità;
4. collabora con gli operatori dei CPI al fine di garantire la realizzazione delle diverse fasi del processo di servizio previsto dalla norma e assicurare i diritti e i doveri dei beneficiari.

Che titolo di studio bisogna avere per poter partecipare?
Alla procedura selettiva possono partecipare coloro che, alla data di
scadenza del termine per la presentazione delle domande, siano in possesso dei requisiti sotto indicati:
a) laurea magistrale/specialistica(LM/LS) in una delle seguenti discipline:
– scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S)
– scienze della politica (LM‐62 o 70/S)
– scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S)
– scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S)
– servizio sociale e politiche sociali (LM‐87)
– programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S)
– sociologia e ricerca sociale (LM‐88)
– sociologia (89/S)
– scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S)
– psicologia (LM‐51 o 58/S)
– giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S)
-teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S)
– scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S)

b) ovvero diploma di laurea (DL) secondo il “vecchio ordinamento” corrispondente ad una delle predette lauree magistrali ai sensi del decreto 9 luglio 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;

c) ovvero siano in possesso di altra laurea equiparata o equipollente sulla base delle vigenti disposizioni normative. Si ritengono equipollenti a quelli suindicati anche i titoli di studio conseguiti all'estero, o i titoli esteri conseguiti in Italia, riconosciuti secondo le vigenti disposizioni.

Come faccio a capire se la mia laurea e equiparata o equipollente a quelle previste dal bando?
Per verificare l’equipollenza consulta la tabelle di equiparazione delle lauree(in allegato).

Quanto durerà l’incarico? A quando ammonterà la retribuzione?
L’incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a euro 27.338,76 (ventisettemilatrecentotrentotto/76), oltre euro 300,00 (trecento/00) lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico, quali spese di viaggio, vitto e alloggio.

Chi sarà ammesso alla prova selettiva?
Sono ammessi alla selezione i candidati in possesso dei requisiti di ammissibilità richiesti dall’art. 3 del bando secondo un rapporto di 1 a 20 tra posizioni ricercate e candidature pervenute su base provinciale, in ragione del miglior voto di laurea.
In caso di parità verrà preferito il candidato più giovane di età.
In caso di ulteriore parità verranno ammessi tutti i candidati di pari età.

Come si articolerà la prova di selezione?
La prova di selezione consiste in un test con domanda a risposta multipla costituito da 100 domande così ripartite:
10 quesiti di cultura generale;
10 quesiti psicoattitudinali;
10 quesiti di logica;
10 quesiti di informatica;
10 quesiti sui modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro;
10 quesiti sul reddito di cittadinanza;
10 quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro;
10 quesiti sul sistema di istruzione e formazione;
10 quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro;
10 quesiti di economia aziendale.

Il tempo complessivo a disposizione è di 100 minuti.

Il punteggio totale di ciascun candidato viene ottenuto valutando le risposte fornite come segue:
– 1 punto per ogni risposta esatta
– 0 punti per ogni risposta non data
– 0,4 punti per ogni risposta errata e per ogni multi‐risposta

Superano la prova i candidati che abbiano ottenuto il punteggio minimo di 60/100.

La prova quando e dove si svolgerà?
La prova si svolgerà sicuramente a Roma, tra giugno e luglio, in un lasso temporale di 6 giorni, con due turni giornalieri da un minimo di 5mila fino a 10mila candidati a sessione.
Suddivisione che dovrebbe garantire l’analisi di circa 20mila candidati al giorno.

Sarà pubblicata una banca dati?
Nel bando si afferma solo che ” Le domande che compongono le prove saranno estratte da un archivio di quesiti predisposti da un soggetto qualificato appositamente incaricato”.
Non è chiaro se la banca dati verrà pubblicata o meno.

Le graduatori saranno provinciali?
Si.
Risultano Vincitori i primi in graduatoria per ogni provincia in ordine di punteggio, fino alla concorrenza delle posizioni disponibili.
In caso di parità verrà preferito il candidato con il miglior voto di laurea.
In caso di ulteriore parità verrà preferito il candidato più giovane di età.
I candidati idonei, ovvero coloro che abbiano conseguito un punteggio minimo di 60/100 ma non sono risultati vincitori, potranno essere chiamati, sempre in ordine di graduatoria, a soddisfare eventuali fabbisogni anche per la copertura di posizioni non coperte all’interno di province limitrofe a quella per la quale hanno presentato la candidatura.

Dopo l’assunzione ci sarà un periodo di formazione?
Si, i Navigator impegnati nelle attività di assistenza tecnica nelle Regioni saranno preliminarmente coinvolti in un percorso di formazione organizzato da uno specifico staff di ANPAL Servizi S.p.A.

Come posso inoltrare la domanda di partecipazione?
E’ possibile inoltrare la domanda sul portale http://selezionenavigator.anpalservizi.it

Prima di inoltrare la domanda leggi con attenzione il bando di concorso(in allegato).

È necessario utilizzare il PIN INPS oppure SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) oppure CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

ATTENZIONE: Nella domanda deve essere specificata la provincia per la quale ci si intende candidare. Non è possibile presentare più di una candidatura.

Quando scade il termine per presentare la domanda?
L’invio on line della domanda debitamente compilata deve essere effettuato entro il termine perentorio dell’8 maggio 2019 alle ore 12.00.

Fonte: Concorsando.it

In Allegato il bando di concorso e la tabella di equiparazione delle lauree.(il file è compresso pertanto vi consigliamo di utilizzare un browser aggiornato).

Scarica Allegato
torna all'archivio Le Notizie
© 2019 Conf.A.S.I. - P.IVA 12392501008 - Cod.Fisc. 97531800585 - Tutti i diritti sono riservati. | Privacy Policy
Sesamo Software S.p.A.